Il Festival “Da Firenze all’Europa” torna ad animare la Sala Bianca di Palazzo Pitti con un ricchissimo programma di concerti dal 25 al 29 febbraio

Il Festival “Da Firenze all’Europa” rappresenta per i giovani musicisti, sostenuti dall’Associazione Musica con le Ali, un’opportunità concreta di visibilità e di crescita professionale, e per il pubblico un’esperienza di altissimo livello culturale ed emozionale. Protagonisti della rassegna i giovani talenti sostenuti dall’Associazione insieme a celebri e affermati interpreti di fama internazionale, in una kermesse che di edizione in edizione promuove l’unione e la reciproca valorizzazione della grande musica classica, dei suoi talentuosi interpreti e del patrimonio culturale italiano.

Per la terza edizione consecutiva - commenta il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt – si rinnova la collaborazione con l’associazione Musica con le Ali per la rassegna che coinvolge sempre più fiorentini e forestieri. Anche quest’anno dal 25 al 29 febbraio Palazzo Pitti si riempirà di musica con i concerti in Sala Bianca. Un’esperienza unica che rinnova quel legame profondo tra arte e musica che trovano il connubio perfetto nella reggia granducale”.

 “Siamo veramente orgogliosi - dichiara Carlo Hruby, Presidente dell’Associazione Musica con le Ali – di presentare in questa nuova rassegna del Festival “Da Firenze all’Europa” tanti giovani musicisti di grande bravura, che hanno la possibilità di esprimere il proprio talento in un contesto di straordinario fascino e valore culturale, insieme a musicisti affermati che costituiscono per loro un modello e un esempio di eccellenza. Un grazie particolare al Direttore Eike Schmidt, che ha dimostrato da sempre una grande attenzione e sensibilità nel progetto di Musica con le Ali, e che ha permesso il compiersi di questo straordinario connubio tra grande musica, giovani talenti e patrimonio artistico”.

 

Associazione Culturale Musica con le Ali

L’Associazione Musica con le Ali, costituita a Milano nel 2016, rappresenta una realtà di Patronage Artistico unica nel suo genere in Italia e all’estero. Sostiene e promuove i migliori giovani talenti italiani della musica classica offrendo loro importanti opportunità di crescita professionale e di visibilità. Per raggiungere questo obiettivo, Musica con le Ali supporta il percorso formativo dei giovani interpreti aiutandoli ad affermarsi nella propria professione attraverso molteplici iniziative in collaborazione con le principali istituzioni culturali e musicali. Per ciascun musicista, in particolare, viene concordato un supporto personalizzato in base alle sue esigenze, caratteristiche e attitudini, per aiutarlo a raggiungere i suoi obiettivi in campo musicale.       

 

Programma della rassegna

 

Si parte martedì 25 febbraio alle ore 16 con il concerto di Ludovica Rana (violoncello) e di Maddalena Giacopuzzi (pianoforte) che eseguiranno musiche di Brahms, Debussy e Chopin. Mercoledì 26 febbraio alle ore 16 si svolgerà il concerto di Gaia Gaibazzi (clarinetto) e di Claudio Laureti (viola), che si esibiranno insieme al celebre pianista Giuseppe Andaloro con musiche di Lovreglio, Schumann, Bassi e Mozart. Giovedì 27 febbraio alle ore 11.30 la violoncellista Lorenza Baldo si esibirà con il pianista Filippo Gamba eseguendo brani di Brahms, Schumann e Janáček. Nella stessa giornata, alle ore 16, si terrà il concerto del cornista Martin Owen insieme a Fabiola Tedesco (violino) e Giovanni Bertolazzi: in programma musiche di Beethoven e Ligeti. Venerdì 28 febbraio alle ore 11.30 il violinista Indro Borreani e la pianista Clarissa Carafa eseguiranno brani di Wieniawski, Grieg, Paganini e Brahms. Sabato 29 febbraio concerto conclusivo alle ore 16 con la pianista Ludovica De Bernardo, che eseguirà musiche di Dvořák e di Mozart accompagnata dall’Ensemble Musica con le Ali, composto da mu­sicisti affermati che si esibiscono insieme ai giovani interpreti sostenuti dall’Associa­zione, intervenendo come sostegno sinfonico nella proposta di capolavori del repertorio per solista e orchestra. Si tratta di una formazione variabile che in questa rassegna del Festival è composta dai violinisti Leonardo Matucci e Alessia Pazzaglia, dalla violista Camilla Insom, dalla violoncellista Valeria Brunelli e dal contrabbassista Pietro Horvath.

Attenzione! Il programma del Festival ha subito alcune variazioni. Aggiornamenti sui nostri canali social.

 

                                                                                      

 

 

Condividi

Informazioni

Prezzo del biglietto

Ingresso incluso nel costo del biglietto di Palazzo Pitti, fino ad esaurimento posti.

Info

Orario

Consultare il programma della rassegna allegato